Qhubeka, il tm Ryder attacca lo sponsor NextHash: Solo ritardi, e promesse

Il World Tour ha perso per strada la Qhubeka-NextHash, il team manager Douglas Ryder non le manda a dire su CyclingTips.

L’attacco è alla NextHash, sponsor del gruppo sportivo: «Se NextHash avesse pagato per intero, i problemi che abbiamo avuto con gli altri due partner non avrebbero avuto un impatto importante. Saremmo stati bene».

«Questo ha danneggiato il nostro staff e i ciclisti. Abbiamo avuto ritardi, ritardi e ancora ritardi, ma non abbiamo avuto notizie di Ana Benčič (la proprietaria di NextHash, ndr). Dal suo entourage sì, ma non le parlo da un mese».

E quel giorno furono promesse: «Quando l’ho chiamata l’ultima volta, ha garantito che si stesse preparando un piano per pagare le rate rimanenti. Ma finora non se ne è fatto nulla. Stiamo ancora aspettando e stiamo ancora cercando di contattarla, ma è difficile».

Di sede sudafricana, il Team Qhubeka poteva contare nel 2021 sugli italiani Fabio Aru, Giacomo Nizzolo, Matteo Pelucchi e Domenico Pozzovivo. Tra i risultati, si segnalano le tre vittorie Giacomo Nizzolo (Almeria, una tappa al Giro e Getxo) e le altre due nella corsa rosa com Mauro Schmid e Victor Campenaerts.

Rispondi