Giacomo Nizzolo

Giacomo Nizzolo: Penso al Giro, ma voglio essere al 100% per la Sanremo

Giacomo Nizzolo, da questa stagione in Israel Start-Up Nation, si racconta a cyclingnews.com.

SUL GIRO

«Penso che molti velocisti stiano pensando al Giro. Sembra favorevole a noi con tante occasioni di volata. Non vedo l’ora di iniziare a lavorare per ritrovarmi in buona forma per la Corsa Rosa».

SULLA SANREMO

«Vorrei fare bene anche alla Milano-Sanremo. E’ una gara difficile, ma il mio obiettivo è essere al 100% della condizione al via. In gara poi vedremo che succederà».

SULLE ALTRE CLASSICHE

«Dopo la Sanremo, credo che la Gand sia una buona opzione. Per la Roubaix difficile, è troppo vicina al Giro».

SUL MONDIALE

«Obiettivo è fare il meglio possibile nel 2022, poi vedremo chi sarà il leader della Nazionale. In squadra abbiamo, per fortuna, tante opzioni, quindi dovrò vincere molto per essere il riferimento. Bennati? E’ stato uno dei miei esempi, felice sia il ct».

SUL SUO TRENO

«Zabel sarà l’ultimo uomo, Dowsett è invece davvero bravo a portare la squadra nella giusta posizione, quindi Brandle userà la sua potenza per mettere Zabel nelle giuste condizioni per fare l’azione finale. Il resto lo valuteremo nel lavoro giorno per giorno».

Classe 1989, milanese, Nizzolo dopo una stagione alla Qhubeka ha firmato un biennale con la Israel, e per la prima volta avrà un treno a sua dispozione. In carriera ha vinto 28 gare, nel 2021 ha trovato il primo successo al Giro, vincendo la volata di Verona.

In stagione ha vinto anche la Clasica de Almeria e il circuito de Getxo, classificandosi secondo alla Gran Piemonte dietro a Matthew Walls.

Rispondi